Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Il Liceo ospite presso l'ANAC

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Un concreto esempio di cittadinanza

Hanno trascorso una giornata a Roma il 10 aprile come ospiti presso l’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) gli studenti della classe VC Linguistico del Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” per aver vinto nel 2017 il concorso ‘Whistleblower: un esempio di cittadinanza attiva e responsabile’, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con l’Autorità nazionale anticorruzione (http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/Comunicazione/News/_news?id=06e560ba0a77804257c72f5f3fbf94df).

Dopo il saluto iniziale del presidente Raffaele Cantone, i ragazzi hanno ascoltato la prof.ssa Nicoletta Parisi (consigliere ANAC) ed esperti di Relazioni Internazionali e della Guardia di Finanza.

Il whistleblower è un dipendente pubblico che intende segnalare illeciti di interesse generale e non di interesse individuale, di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, in base a quanto previsto dall’art. 54 bis del d.lgs. n. 165/2001 così come modificato dalla legge 30 novembre 2017, n. 179.

Sul sito dell’Anac si sottolinea il ruolo di queste apposite ‘lezioni’ a cui hanno assistito i nostri studenti, in cui funzionari e dirigenti hanno affrontato coi ragazzi tematiche come la normativa sul whistleblowing in Italia, il funzionamento di questo istituto all’estero, l’importanza della trasparenza in funzione anticorruzione. Nella giornata formativa si sono affrontati alcuni episodi concreti di cui si è occupata l’Autorità, compresa una parte interattiva in cui gli studenti hanno spiegato come si sarebbero comportati nelle vicende in questione e come affronterebbero un caso di whistleblowing che li vedesse direttamente coinvolti.

Nel pomeriggio gli studenti sono stati ospiti speciali della sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dove si è condotta un’accurata visita guidata del Palazzo (sala Aldo Moro, salone dei Ministri, sala del CNPI, biblioteca). Al Miur si sono anche approfonditi temi come quello della scuola trasparente per consentire l’accesso ai dati della Pubblica Amministrazione come previsto dalle linee-guida Anac In materia di FOIA (freedom of information act).  

La delegazione era composta dagli studenti Luigi Catino, Federica Coniglio, Greta Consaga, Eliana Giambarresi, Salvatore Salvaggio, Elena Sciangula. I ragazzi erano accompagnati dalla Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone e dalla prof.ssa Laura Giannavola che li ha guidati nella realizzazione dell’elaborato per il concorso e nel percorso di cittadinanza che gli studenti presenteranno agli esami di stato che sono ormai alle porte.

Per chi volesse vedere l’elaborato con il quale gli studenti hanno vinto il concorso è reperibile al seguente link: http://kalatnissa.blogspot.com/search?q=whistleblower.